CASSIA (Cassia Obovata, Cassia Italica, Senna Ovobata)

Chiamata spesso anche Hennè neutro o naturale. Si presenta come una polvere verdina molto fine, che genera una crema omogenea e molto morbida. Presenta le proprietà ristrutturanti e rinforzanti dell’hennè: conferisce luminosità, vigore, forza e morbidezza ai capelli senza alterarne il colore. Risulta particolarmente indicata per ovviare ai danni da trattamenti chimici aggressivi.

La Cassia NON E’ UN’ERBA TINTORIA. Non modifica il colore dei capelli e non schiarisce, tuttavia, se preparata anche solo con infuso di camomilla caldo oppure se lasciata ossidare per qualche ora con succo di limone, di arancia o con infusi acidi, regala ai capelli biondo naturale dei bellissimi riflessi brillanti. I capelli bianchi invece tendono a divenire biondi.
Specifico che E’ SCONSIGLIATO IL SUO UTILIZZO SU CAPELLI DECOLORATI: essendo una polvere verdina, si sono verificati casi in cui i capelli hanno virato al verde.
Può essere utilizzata in mix con Lawsonia e/o Indigo per smorzare il colore di queste due erbe tintorie, e spesso viene utilizzata insieme all’amla per la stessa ragione (l’amla pare che tenda a scurire i capelli) e per rinforzare ulteriormente il capello.

Dopo un impacco con la Cassia, si ha la sensazione di secchezza del capello. In genere questa secchezza è apparente, tuttavia dopo un impacco con Cassia, è buona norma adoperare un buon balsamo nutriente.
Su alcuni siti è riportato l’utilizzo di olii vegetali nella preparazione della Cassia per ovviare alla “secchezza”. Personalmente evito anche per la cassia l’utilizzo di olii; ho già scritto nell’introduzione la ragione: gli olii fungono da isolante per il capello, lo proteggono. Aggiungere olii ad un preparato di erbe può compromettere i benefici delle erbe sul capello.

Personalmente ADORO il mix di Cassia e Methi: i capelli risultano estremamente forti, nutriti, morbidi e soprattutto definiti. E’ il miglior impacco anticrespo mai provato.

La preparazione “standard” risulta essere quella comune alla maggior parte delle erbe: con acqua calda (o infusi caldi o gel caldi)  fino a raggiungere una consistenza cremosa, tempo di riposo di circa 20 minuti e posa di tempo variabile (a partire da circa 45 minuti a qualche ora. Tutte le erbe più stanno in posa e meglio è)

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *